Ortodonzia tradizionale

L’ortodonzia è quella branca dell’odontostomatologia che si occupa delle malocclusioni alveolo-dentali, sia in età infantile (dentatura decidua e mista), sia in età adolescenziale e adulta (dentatura permanente)

Per malocclusione s’intende una relazione non corretta fra le arcate alveolo-dentali -mascellare e mandibolare- nelle tre direzioni dello spazio:

  • Verticale (morso aperto, morso coperto)
  • Trasversale (morso incrociato da palato ogivale, cisor-bite)
  • Sagittale (II classe e III classe, monolaterale o bilaterale)

eventualmente associata a:

  • Affollamento e/o diastemi dentali;
  • Anomalie di numero, forma, dimensione, posizione, eruzione di singoli denti;
  • Abitudini viziate, parafunzioni, disfunzioni a carico di deglutizione, articolazione della voce, respirazione, postura;
  • Disturbi a carico delle articolazioni temporo-mandibolari;
  • Compromissione dell’integrità e della salute dentale e parodontale;
  • Anomalie dello sviluppo e della crescita del distretto oro-facciale, con conseguenti malformazioni scheletriche.

La terapia ortognatodontica si può avvalere dell’uso di apparecchiature, sia fisse che mobili, endorali e/o extraorali, anche in associazione con terapie funzionali, miofunzionali e chirurgiche.

L’obiettivo del trattamento ortodontico non è solo quello di correggere la malocclusione già conclamata, ma soprattutto d’intercettarla il più precocemente possibile. A questo scopo la terapia ortodontica può essere anche effettuata in due fasi, intervallate da una pausa monitorata di permuta:

I.      Fase precoce (in dentatura decidua o mista) intercettava-ortopedico-funzionale;

II.      Fase più tardiva (in dentatura permanente) ortodontica propriamente detta.

In questa fase e nell’adulto la terapia ortodontica è sempre più frequentemente richiesta al fine di:

  • Migliorare l’estetica del sorriso e del profilo del volto, grazie anche alla tecnica  degli allineatori invisibili: a questo riguardo l’introduzione (avvenuta nel 2002 in Italia, con l’avvento della tecnica Invisalign) degli allineatori o mascherine trasparenti, invisibili e rimovibili, ha consentito ad un sempre maggior numero di adulti di conciliare il trattamento ortodontico con le imprescindibili esigenze estetiche, sociali e professionali tipiche di questi pazienti. Gli aligners trasparenti infatti coniugano l’efficacia terapeutica con il massimo comfort, garantito dalla loro trasparenza, dalla possibilità di rimuoverli durante i pasti e l’igiene orale, dall’assenza d’ingombro, dal massimo rispetto dei tessuti molli (labbra, guance, lingua) e del parodonto, dalla progressione e leggerezza delle forze ortodontiche applicate, dall’assenza di interferenze sull’eloquio;
  • Proteggere l’articolazione temporo-mandibolare (ATM) e il parodonto;
  • Predisporre la dentatura in modo da renderla più idonea all’implantologia ed alle protesi successive;
  • Ridurre le conseguenze di traumi;
  • Preparare la correzione chirurgica di patologie scheletriche di competenza maxillo-facciale (asimmetrie, progenismo, II o III classi scheletriche, labio-palato-schisi ed altre malformazioni congenite).

Contatti

Dott. Sergio Di Lallo – via A. Gordini, 24/A – Bazzano – (BO)

Contatti

Dott. Sergio Di Lallo – via A. Gordini, 24/A – Bazzano – (BO)

I dati personali richiesti nel Contact Form possono essere utilizzati unicamente per rispondere alla richiesta specifica da me inviata

Informazioni:

In auto:
Autostrada A1: uscita Modena Sud per chi proviene da Nord, uscita Casalecchio di Reno per chi proviene da Sud o Firenze, uscita Valsamoggia per chi proviene da Sud.
Da Bologna lo studio si raggiunge anche in autobus con le linee 94 e 671, oppure in treno con la line Bologna-Casalecchio-Vignola, per tutte le info sui trasporti pubblici www.tper.it

Indirizzo: via A. Gordini, 24/A – Bazzano – (BO)

Telefono: 051 832476

Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 19:30 (orario continuato)

Elegant Themes